©2018 by Albairate Studio. P.Iva 08634130960

+393206364470

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale
  • SoundCloud Icona sociale

ARRANGIAMENTI

Cos'è l'Arrangiamento Musicale?

 

Molte persone, quando sentono la parola Arrangiamento Musicale, non hanno bene idea di che cosa sia, di cosa esattamente faccia un arrangiatore durate il trascorrere della sua giornata lavorativa.

Certo non è la cosa più semplice del mondo da spiegare ma ci proverò lo stesso.

 

Cominciamo con il dire che tutto quello che senti in un brano è arrangiamento. Dunque l'arrangiatore è un compositore ma, a differenza di quest'ultimo, non parte da un foglio bianco. L'arrangiamento musicale comincia quando finisce il lavoro del compositore, il quale avrà l'onere di scrivere la melodia, una traccia armonica (gli accordi), il testo (se il brano in questione lo richiede) e la struttura (anche se può essere modificata in fase di arrangiamento).

 

Da questo momento in avanti, ogni nota di ogni strumento che sentirete nel brano finito sarà stata pensata e scritta dall'arrangiatore. L'arrangiamento musicale quindi è la fase della produzione di un brano, nella quale vengono pensate: strumentazione, groove, struttura definitiva, possibili sostituzioni armoniche (argomento del prossimo articolo), stacchi, cori o doppie voci, effetti particolari emolto altro ancora.

 

La parte più difficile nell'arrangiamento musicale è rimanere fedele all'idea originale del compositore

Essendo l'arrangiatore di fatto anch'esso un compositore è molto rischioso, farsi prendere la mano e spostare il mood del brano a proprio gusto ma questo spesso è un grave errore! L'arrangiatore ha il compito di vestire un corpo spoglio (la composizione nuda e cruda), non di plasmare il corpo a suo piacimento. Tutte le scelte fatte in sede di arrangiamento debbono essere ponderate per cercare di portare il brano nella direzione emozionale che ha voluto imprimere il compositore.

 

Se sei un compositore quindi è fondamentale scegliere l'arrangiatore giusto per le tue esigenze, ma come fare? Il mio consiglio è di cominciare dalle peculiarità di quest'ultimo: ogni arrangiatore avrà un genere ed uno stile che più lo contraddistingue; certo saprà arrangiare in molti stili e generi ma ce ne sarà sempre uno o un paio che lo contraddistinguono e che lo realizzano maggiormente. Se hai scritto un brano e lo immagini metal, non rivolgerti all'arrangiatore di Casadei!

Scegli un arrangiatore anche in base alla sua disponibilità: diffida da coloro che dicono: "l'arrangiatore sono io e ci metto la faccia, quindi si fa come dico io, tu fidati di me!" Come già spiegato sopra l'arrangiatore è un sarto e non un chirurgo plastico, ha il dovere di comprendere ed ascoltare il compositore che comunque deve avere l'ultima parola sul brano finito, poichè è di Sua proprietà.

Scegli un arrangiatore che non si faccia pagare ad ore! L'arrangiatore deve essere libero di spendere diverse ore nella ricerca di un suono giusto, di un movimento melodico corretto, della ricerca della sostituzione armonica più idonea. Meno tempo vuol dire quasi sempre un arrangiamento più standard e senza grandi spunti artistici. Perchè l'estro ha bisogno di tempo per fiorire e soprattutto l'arrangiatore ha bisogno di tempo per trovare il feeling giusto con il brano.

 

La concezione di Arrangiamento Musicale oggi, è molto cambiata rispetto a 15-20 anni fa

Oggi l'arrangiatore è spesso anche l'esecutore e il produttore del suo stesso arrangiamento. Questo è possibile grazie a piattaforme digitali che permettono di utilizzare VST instruments ovvero strumenti musicali virtuali che simulano il timbro e le qualità esecutive dello stesso strumento reale. Vent' anni fa, per registrare una parte di violino avrei dovuto chiamare un violinista, mandargli la parte qualche giorno prima, farlo venire in studio, microfonare il tutto, registrarlo e poi mixare il tutto, magari solo per un piccolo tappeto d'archi. Oggi, grazie alla tecnologia questo costo e questo tempo vengono del tutto ottimizzati. Sia chiaro, lunge da me il paragonare un vst instrument ad uno strumentista in carne ed ossa, ma il budget di oggi è sempre più risicato e, tutto sommato, il risultato finale non è niente male.